Agata Mannino

….Quando indosso una mia creazione, voglio che le persone inconsciamente, vedano la mia Sicilia. Il mio sogno? Realizzare un gioiello per Sofia Loren!

Agata Mannino artista e jewelry designer catanese,inizia il suo percorso come autodidatta, realizzando pezzi unici. Il suo stile è in continua evoluzione arrivando al 2016, quando i suoi gioielli si trasformano in vere e proprie sculture da indossare. L’interesse per la scultura in Filo, tecnica nata nel XX secolo per opera dello scultore statunitense Alexander Calder, nonché l’amore nel ricercare forme sempre nuove, porta questa straordinaria artista a dar vita ai suoi “gioielli scultura”.
E ora conosciamola un po’ di più con questa intervista.

B❤️F. Agata qual è il gioiello che preferisci indossare?
A.M.💎Il gioiello che preferisco indossare è quello con componenti in ceramica decorata a mano che racconta la storia, la cultura e le tradizioni della mia terra da sempre la mia musa ispiratrice. Quando indosso una mia creazione voglio che le persone inconsciamente, vedano la mia Sicilia.


B❤️F Qual è invece il gioiello che una donna dovrebbe sempre indossare?
A.M.💎Il gioiello che ogni donna dovrebbe sempre indossare piccolo o grande che sia, sono sicuramente gli orecchini. L’orecchino, a mio avviso, è un elemento estetico fondamentale, ed essendo un ornamento a contorno del viso che si nota subito, hai il potere di esaltare il fascino e la femminilità di una donna in ogni occasione.


B❤️F. In base alla tua esperienza quali saranno le tendenze future per i gioielli?
A.M.💎Per il futuro sono sempre più orientata a dei gioielli ecologici, realizzati con materiali riciclati o provenienti dalla natura, che è fonte inesauribile d’ispirazione per le sue infinite forme, colori e materiali che offre. Mi piace pensare soprattutto ad un gioiello che vede l’utilizzo di materie prime, come il legno, la pietra lavica o la fibra vegetale di fico d’India reperibili nella mia Sicilia terra di grande cultura che non passa mai di moda.


B❤️F. Ho notato, seguendo il tuo profilo Instagram, che tante donne del mondo dello spettacolo indossano i tuoi gioielli. Quale tra questi personaggi ti ha dato più soddisfazione ed emozione nel vederla indossare una tua creazione?
A.M.💎Negli ultimi anni ho avuto la fortuna di poter realizzare dei gioielli per diverse donne dello spettacolo. Devo dire che sono state tutte delle belle collaborazioni, ma quella che mi ha entusiasmata più di tutte è stata quella con Cecilia Gayle, la cantante sudamericana diventata celebre in Italia con il singolo El Pam Pam.


L’ho conosciuta durante la mia prima sfilata la Milano Fashion Show, mi ha subito colpito per la sua disponibilità, la sua forte personalità e il suo carisma ma soprattutto per il suo essere solare. Sin da subito abbiamo instaurato un bel rapporto e ancora oggi siamo rimaste in contatto.
B❤️F Come ultima domanda vorrei farti esprimere una specie di desiderio, a quale personaggio vorresti creare un gioiello?
A.M.💎Il mio sogno, sicuramente molto ambizioso,è quello di realizzare un gioiello per uno dei Sex symbol del cinema italiano. La grande Sofia Loren,che considero una delle donne, nonostante l’età, più affascinanti ed eleganti del mondo.
Sicuramente una donna donna molto ambiziosa la nostra nuova amica 💕💕💕


Auguro ad Agata di esaudire questo suo desiderio e tanti tanti altri che tiene sicuramente custoditi nel suo cuore; io sicuramente, uno l’ho esaudito.
Un bacio
Bettylovefashion

TUTTA REALTÀ di Anita Perotti

Oggi se me lo concedete vorrei parlare di “lettura” una delle più mie grandi passioni e dei miei hobby.
Non ricordo bene in quale occasione ho conosciuto Anita, ma quando mi è giunta voce che aveva scritto un libro, non ho perso l’occasione per saperne di più.
Una donna particolare, che all’apparenza può sembrare severa, molto dura, ma da come la conosco io la ritengo forte, indipendente, ricca di humor e con tanto sapere, non solo per gli studi fatti ma anche per la scuola che la vita le ha imposto; e per questo la ritengo adorabile.
Ora da “disoccupata” come si definisce lei, Anita Perotti ci ha donato un libro meraviglioso intitolato TUTTA REALTÀ, un racconto autobiografico colmo di esperienze vissute, di riflessioni dell’autrice. Ci ha aperto il suo cuore raccontandoci episodi divertenti ma anche tragici della sua vita.
Da questo libro gli insegnamenti che si possono trarre sono molti, che la vita se pur dura, ci offre moltissimo. Io vi consiglio vivamente di leggerlo e magari regalarlo a Natale

Un bacio e buone feste da
Bettylovefashion

Un cocktail veramente Wow

Anche oggi vestiti,vestiti, vestiti la mia grande passione!!

Volevo introdurre l’argomento di questa giornata dicendo che la prima volta che avevo sentito questo termine era il lontano 1990, guardando il film Pretty woman, ve lo ricordate? L’affascinante Julia Roberts indossava quel fantastico tubino nero disegnato da Audrey Hepburn.

È sinonimo di fascino, eleganza femminilità, l’abito da cocktail è un vero passe-partout da indossare nelle nostre occasioni glamour che possono passare dalle più formali a quelle più soft con i nostri amici. Per voi oggi ho scelto degli abiti per occasioni decisamente informali ma credetemi… EFFETTO WOW GARANTITO

Un bacio da
Bettylovefashion

Samanta e wow accessori li trovi su Instagram wowaccessoriborse con un fantastico e-commerce oppure fai come me vai a Legnano viale della vittoria n. 13

Robic … e il momento diventa eterno

9 ottobre 2019 ore 16.00
Appuntamento con Roberta, nome d’arte Robic.

Non avevo nessun pensiero, nessuna idea di come poteva essere, ma ero sicura che mi sarebbe piaciuta.

Giornata terribilmente grigia, nuvolosa ma rischiarita dalla sua frizzante simpatia e dalla sua fantastica giacca gialla!!

Adoro abbinare, dare un significato e analizzare una persona da come si veste e dai colori che usa, e Robi a mio avviso, è un’artista coi fiocchi; una ragazza ricca di vitalità, piena di calore, energica e creativa come le sue foto.

Quando penso alla fotografia, vorrei qualcuno capace di catturare l’anima di quel soggetto, di quel luogo… vorrei diventare parte di quell’istante.

Lei riassume alla perfezione questa mia filosofia, perché ha feeling con il soggetto che immortala definitivamente con la macchina fotografica; il suo obbiettivo riesce a tirar fuori l’anima.

A questo punto vorrei citare una frase trovata sul suo profilo Facebook, perché mi da la certezza che quello che ho appena scritto su di lei è vero; e non mi stupirei se a breve ne sentiremo parlare come una delle più grandi fotografe…
“Giro con la mia Reflex, mia compagna di viaggio, lei ferma quello che i miei occhi vedono è tutto ciò che il cuore mi suscita, affinché il momento diventi eterno “

BettyLoveFashion

Roberta e le sue fantastiche foto la trovi su Facebook con RobiC photo e su Instagram @robicphoto

Wow accessori… e le forme dei nostri desideri

Borse, abiti e accessori, sensuali audaci e unici per uno stile sofisticato.

Un ambiente decisamente bohemian accompagnato dalla simpatia di Samanta, una donna normale che ha coltivato obbiettivi, onorato le sue ambizioni e vocazioni, ottenendo un risultato impeccabile!

Infatti, ho trovato un negozio così diverso da quelli visti finora; ho riscoperto quella moda delicata, fresca e femminile ma che sfodera la potenza dell’essenzialità.

Insomma puoi dare al tuo guardaroba la magia di un libro illustrato o delle passerelle tanto sognate e tutto questo… da wow accessori

Samanta e wow accessori li trovi su Instagram wowaccessoriborse con un fantastico e-commerce oppure fai come me vai a Legnano viale della vittoria n. 13

La Borsa e il suo galateo

Ben ritrovata, oggi parliamo di un accessorio stupendo, dell’alleata numero 1 di ogni donna, la borsa.Tu sei ben consapevole che ogni outfit, è accompagnato da questo accessorio ma spesso facciamo errori nel loro utilizzo.

Ecco perché ho deciso di presentare il galateo della borsa, evitando così, antipatiche cadute di stile.Regola numero uno, tienila sempre pulita e in ordine.

Nella borsa di una donna è contenuto il suo mondo, ma non dimentichiamoci che non è una discarica!!Quante volte ti è capitato di cercare le chiavi che erano finite sul fondo della borsa sommerse da altri oggetti?

A me migliaia di volte! Quindi ho preso la buona abitudine di organizzare la borsa con delle pochette per contenere oggetti a cuinon riesco rinunciare.

Altra decisione presa è quella di pulirla ogni sera da scontrini e cartacce varie.Bene, ora che hai imparato l’organizzazione, passiamo alla regola numero due, scegliere il modello giusto per ogni momento della giornata.

Durante il giorno puoi scegliere una borsa capiente, così potrai portare con te tutto quello che ti serve.

Per il tempo libero non ci sono regole, libertà di scelta sia per il colore sia per il modo in cui portarle.

Per la sera…Ricorda, mai e poi mai borse capienti.
Le borse, di sera, si fanno piccole e diventano un vero gioiello da portare a spalla oppure da tenere in mano ( la mia scelta preferita).Regola numero tre, come indossarla.
Ogni borsa va portata in un modo ben preciso e tutto questo dipende dal modello.

Se la borsa è da giorno, capiente, con manici lunghi la si deve indossare a spalla.

Se i manici sono corti, a mano o portata sull’avambraccio.

Se dotate di tracolla si devono indossare di traverso su una spalla.

Le pochette e le clutch, da portare mano sempre a sinistra per avere la mano destra libera in caso devi salutare qualcuno o afferrare qualcosa.

Eccoci arrivate a una domanda importante, dove appoggiare la borsa?Regola numero quattro.
Per una questione di buona educazione ma anche di regole igieniche,non la si deve appoggiare sul tavolo o a terra.Se la borsa è capiente, puoi appoggiarla su una sedia libera o appesa sulla sua spalliera.

Per le pochette e le clutch, visto le loro piccole dimensioni, si possono tenere appoggiate sulle gambe (anche se sei a pranzo a cena), o se vuoi essere più libera, appoggiata dietro la schiena.Ora che hai imparato le regole…L’imperativo è stupire!!!!Nei commenti fammi sapere qual è la tua borsa preferita e con quale outfit la abbineresti.
Un bacio da BettyLoveFashion

Katia Furrer

Quando bellezza, moda e arte si fondono in un’unica parola… Passione

È una giornata di sole anche se fredda, seduta al tavolino di un bar a Parabiago, sono in anticipo di un quarto d’ora all’appuntamento ma voglio concentrarmi sulle domande che le farò.

Sono quasi trent’anni che non ci si vede, non perché sia successo qualche cosa fra di noi, ma molte volte la vita fa dividere le strade e poi casualmente le ricongiunge.

Volevo essere pronta per lei, perché me la ricordo molto brillante  con una personalità decisamente più matura rispetto a noi altre quando eravamo ragazze.

Stavo guardando l’ora sul mio smartphone e lei arriva;passo deciso, guarda tra i tavolini e poi entra veloce all’interno del locale.

“ Sarò così tanto cambiata?” penso io e poi la raggiungo per avvisarla che sono lì.

La chiamo per nome e in quel momento un sorriso e un abbraccio cancellano quei trent’anni che ci hanno diviso.

Sguardo glaciale dei suoi occhi azzurri che ti penetrano che vogliono scavarti nel profondo e un’eleganza raffinata, sono le prime cose che mi hanno colpito di lei.

Avevo in mente di farle mille domande, erano già pronte lì nella mia agenda, ma ho preferito farla parlare a ruota libera, perché è un uragano di emozioni.

Katia è una make-up artist con trent’anni di esperienza  e un curriculum di tutto rispetto visto i brand con cui ha lavorato, sempre attenta alle novità da proporre alle sue clienti.

Ama la moda, il bello, vestirsi con abiti firmati ma non disdegna di cercare il “Fashion” anche nei mercatini.

Una coolhunter che detta moda agli altri senza saperlo.

Poi mi apre un’altra porta della sua vita, quella più intima e quella dell’artista vera che c’è in lei.

Mi parla dei quadri e del perché ha iniziato a dipingere e lo fa con un’umiltà che mi spiazza.

La voglia di rinchiudersi in una campana di vetro nei suoi momenti no; esprimere col suo talento quello che ha voglia di gridare al mondo.

Ma come tanti artisti fanno, non li racconta con la parola li custodisce gelosamente nel suo cuore, nello stomaco e nella sua mente e ce li regala dipinti su tela.

Credo che il termine che si possa assegnare a questa donna sia passione, perché lo mette in tutto quello che dice e in quello che fa.

Per concludere il nostro incontro le ho voluto fare solo una domanda: “Il tuo sogno?” – ” Fondamentalmente sono già realizzata così, non mi manca niente… Se proprio devo esprimere un desiderio è quello che ci sia sempre la salute; mi accontento di quello che ho e che mi sono creata da sola”.

Ragazze non la trovate fantastica? Nei prossimi articoli  a lei dedicati Katia ci aprirà le porte del suo negozio e ci mostrerà in anteprima i suoi quadri.