CI VUOLE AMORE 💖&… PASSIONE ❤️

Ciao bellissime e buona domenica, spero che vada tutto bene nonostante questo brutto periodo.

Allora, questa settimana è stato un susseguirsi di belle cose e ora sono qui nella mia vasca da bagno a scrivere a parlarvene con un’incoscienza sbalorditiva perché sono le 18.40 e questo articolo deve essere assolutamente pronto per le 20.30.

Mi sto semplicemente rilassando, mi sto prendendo quello spazio che mi merito e che tutte noi dobbiamo trovare nell’arco della giornata.

Detto questo, parliamo delle novità e delle belle cose che mi sono successe..

Prima di tutto volevo ringraziare @federjcapastore perché mi ha fatto arrivare a casa la bellissima Maxi-maglia della sua collezione che le avevo prenotato, la vedrete sulle mie storiesig ; Grazie Fede è stupenda 😘😘😘(ragazze io vi consiglio di andare a vedere il suo e-commerce entrando direttamente dal suo profilo Instagram).

Secondo punto…., sono sempre più emozionata perché a breve potrò finalmente parlarvi delle mie nuove “CREATURE “; manca veramente poco ragazze, continuate a seguirmi su Instagram e su IGTV perché ogni giorno darò delle mini notizie per prepararvi agli eventi.

Ma ora arriviamo alla notizia più appetitosa…
Più di sei mesi fa ,ho conosciuto una donna di nome Katerita ( per le amiche Kate ) ed è stato subito amore a prima vista.

Lei è la mia styling in hairdressing. Cosa non da poco direi, perché non sono mai stata costante con i parrucchieri ( per un mio problema psicologico).

Kate mi ha capito subito, ha capito cosa volevo e soprattutto perché lo volevo.

Il mio lavoro prevede un’immagine curata ma io voglio anche praticità, femminilità e un pizzico di sensualità e lei mi ha dato tutto questo. Ha curato i miei capelli donandogli corpo e grinta 💖💖.

Non solo, ci siamo capite anche per i nostri progetti e cosa vogliamo offrire alle donne, cioè GLAMOUR

Quindi ci siamo unite per dare il via a una fantastica collaborazione ….e giovedì 22 Ottobre 2020 siete invitate presso il suo atelier per scoprire questa fantastica iniziativa durante un amichevole aperitivo vi aspettiamo alle ore 18.00

Un bacio
Bettylovefashion 💋

@kateritaatelier la trovate a Parabiago, via San Michele 59….. Dove la bellezza è priorità ; io vi consiglio di curiosare anche il suo profilo IG

Agata Mannino

….Quando indosso una mia creazione, voglio che le persone inconsciamente, vedano la mia Sicilia. Il mio sogno? Realizzare un gioiello per Sofia Loren!

Agata Mannino artista e jewelry designer catanese,inizia il suo percorso come autodidatta, realizzando pezzi unici. Il suo stile è in continua evoluzione arrivando al 2016, quando i suoi gioielli si trasformano in vere e proprie sculture da indossare. L’interesse per la scultura in Filo, tecnica nata nel XX secolo per opera dello scultore statunitense Alexander Calder, nonché l’amore nel ricercare forme sempre nuove, porta questa straordinaria artista a dar vita ai suoi “gioielli scultura”.
E ora conosciamola un po’ di più con questa intervista.

B❤️F. Agata qual è il gioiello che preferisci indossare?
A.M.💎Il gioiello che preferisco indossare è quello con componenti in ceramica decorata a mano che racconta la storia, la cultura e le tradizioni della mia terra da sempre la mia musa ispiratrice. Quando indosso una mia creazione voglio che le persone inconsciamente, vedano la mia Sicilia.


B❤️F Qual è invece il gioiello che una donna dovrebbe sempre indossare?
A.M.💎Il gioiello che ogni donna dovrebbe sempre indossare piccolo o grande che sia, sono sicuramente gli orecchini. L’orecchino, a mio avviso, è un elemento estetico fondamentale, ed essendo un ornamento a contorno del viso che si nota subito, hai il potere di esaltare il fascino e la femminilità di una donna in ogni occasione.


B❤️F. In base alla tua esperienza quali saranno le tendenze future per i gioielli?
A.M.💎Per il futuro sono sempre più orientata a dei gioielli ecologici, realizzati con materiali riciclati o provenienti dalla natura, che è fonte inesauribile d’ispirazione per le sue infinite forme, colori e materiali che offre. Mi piace pensare soprattutto ad un gioiello che vede l’utilizzo di materie prime, come il legno, la pietra lavica o la fibra vegetale di fico d’India reperibili nella mia Sicilia terra di grande cultura che non passa mai di moda.


B❤️F. Ho notato, seguendo il tuo profilo Instagram, che tante donne del mondo dello spettacolo indossano i tuoi gioielli. Quale tra questi personaggi ti ha dato più soddisfazione ed emozione nel vederla indossare una tua creazione?
A.M.💎Negli ultimi anni ho avuto la fortuna di poter realizzare dei gioielli per diverse donne dello spettacolo. Devo dire che sono state tutte delle belle collaborazioni, ma quella che mi ha entusiasmata più di tutte è stata quella con Cecilia Gayle, la cantante sudamericana diventata celebre in Italia con il singolo El Pam Pam.


L’ho conosciuta durante la mia prima sfilata la Milano Fashion Show, mi ha subito colpito per la sua disponibilità, la sua forte personalità e il suo carisma ma soprattutto per il suo essere solare. Sin da subito abbiamo instaurato un bel rapporto e ancora oggi siamo rimaste in contatto.
B❤️F Come ultima domanda vorrei farti esprimere una specie di desiderio, a quale personaggio vorresti creare un gioiello?
A.M.💎Il mio sogno, sicuramente molto ambizioso,è quello di realizzare un gioiello per uno dei Sex symbol del cinema italiano. La grande Sofia Loren,che considero una delle donne, nonostante l’età, più affascinanti ed eleganti del mondo.
Sicuramente una donna donna molto ambiziosa la nostra nuova amica 💕💕💕


Auguro ad Agata di esaudire questo suo desiderio e tanti tanti altri che tiene sicuramente custoditi nel suo cuore; io sicuramente, uno l’ho esaudito.
Un bacio
Bettylovefashion

federjcapastore

…Ho avuto la fortuna di crescere circondata dalla creatività: tra i cotoni di mia nonna e le stoffe di mia madre… Se potessi essere qualcun altra? Vorrei essere Chiara Ferragni!

Federica, vent’anni una ragazza giovanissima e dolce con tantissimi sogni, con un carattere decisamente forte e credetemi sa quello che vuole!
Nove domande per conoscere questa stilista emergente.
Nove risposte per poter dire che a breve sentiremo molto parlare di lei e del suo brand.

B❤️F. Federica, Quando hai capito che era questa la strada che volevi percorrere?
F.P.👗Non c’è stato un momento preciso in cui ho capito di voler percorrere questa strada. Ho avuto la fortuna di crescere e circondata dalla creatività: tra i cotoni di mia nonna e le stoffe di mia madre. Sin da piccola amavo giocare con la fantasia, accostare i tessuti di mia madre selezionare i materiali e immergermi nel mio armadio per creare nuove combinazioni di outfit ogni giorno. Ho sempre amato indossare outfit originali e fare sfoggio delle mie creazioni con le amiche, fino a quando ho deciso di creare un brand tutto mio: FIk.Y.
B❤️F. Quale stato il primo capo che hai realizzato?
F.P.👗Il mio amore per i dettagli mi ha sempre portato a modificare i capi di abbigliamento in mio possesso. Il primo capo realizzato interamente da me, però, è stato un lungo cappotto in lana grigia con rivestimento e cappuccio in eco-pelliccia fucsia!


B❤️F. C’è uno stilista, un guru della moda a cui ti ispiri?
F.P.👗Non ne ho uno in particolare ma seguo ogni fashion news sia attraverso Instagram sia consultando alcuni dei più famosi fashion magazines online. Tuttavia una delle icone della moda da cui vengono quotidianamente colpita su Instagram è Chiara Ferragni che con il suo documentario Unposted mostra di essere diventata un’icona di stile attraverso l’uso sapiente dei social network e il potere della condivisione. La storia di Chiara è molto diversa da quelle delle icone del fashion system: è la storia di una donna pratica che sapeva cosa voleva, si è impegnata, avuto anche fortuna in determinati momenti ma ha saputo prendere i treni giusti, con impegno e determinazione. Proprio questo gli ha permesso di diventare un’imprenditrice digitale e un’icona di stile, seduta in prima fila alle sfilate di tutto il mondo.
B❤️F. Influisce il tuo stato emotivo nel creare un abito?
F.P.👗Solitamente la mia ispirazione nasce sempre dal mio stato d’animo ed essendo sempre molto positiva, adoro tutti i colori brillanti che caratterizzano il mio mondo ideale.


B❤️F. Ti senti influenzata da quello che vedi ( anche in televisione)nel tuo lavoro, nel creare?
F.P.👗Certo. Qualunque cosa può rappresentare uno spunto per la realizzazione di nuove creazioni. Da ultimo mi sono dedicata alla realizzazione delle mascherine che ormai fanno parte della nostra vita quotidiana. Allora perché non trasformarle in accessorio super fashion? Le più belle, colorate e divertenti sono disponibili per la vendita sullo shop online di FVD!
B❤️F. Parliamo della tua collezione, come nasce?
F.P.👗Da un’esigenza sempre più impellente, anno dopo anno, i miei primi capi di abbigliamento. Ne ho sempre fatto sfoggio con le mie amiche, poi ho deciso di trasformare gli schizzi e i modelli, chi più degli altri esprimevano la mia indole, in una collezione tutta mia. FIK.Y. è nato così, anzi è cresciuto così, con me. Il brand FIK.Y nasce con la generazione Y, i Millennials, nati tra la metà degli anni 80 e i primi anni del 2000.La generazione vive nel pieno della rivoluzione digitale e per questo può essere definita una “generazione globale”, in connessione con il mondo che la circonda. Con la nuova generazione viene definito il concetto del lusso: i Millennials non comprano per “avere” ma per “essere”, non per “bisogno” ma per “identità” e necessità di diventare modelli da seguire. FIK.Y nasce per chi, come me, vuole che la sua vita sia una tela bianca e desidera, ogni giorno, guardare qualcosa di diverso allo specchio.
B❤️F. I tuoi genitori, i tuoi affetti ti hanno incoraggiato nel tuo lavoro?
F.P.👗Fortunatamente le persone che mi amano mi hanno sempre sostenuta. Mi riferisco soprattutto alla mia mamma che essendo una fashion designer, ha compreso appieno il mio amore per il mondo della moda e mi ha incoraggiata a farmi strada in questo settore difficile e competitivo.
B❤️F. Quando non lavori cosa fai?
F.P.👗Oltre avere una grande passione per la moda, al momento sono una studentessa universitaria di mediazione linguistica (inglese e cinese). Ho un progetto di crescita molto ambizioso: terminati gli studi universitari di lingua, vorrei frequentare un’accademia di moda per continuare ad esplorare questo mondo. Al tempo stesso spero di raggiungere altri traguardi attraverso la realizzazione dei miei capi di abbigliamento sotto il nome di FIK.Y. A questo si aggiunge un altro progetto che ho intrapreso accanto a due mie amiche e che riguarda il lancio di un fashion magazine online dal nome Fashion Victim Diaries.
B❤️F. Se potessi essere qualcun’ altra, chi saresti?
F.P.👗Se potessi essere qualcun altra, vorrei essere Chiara Ferragni: una professionista eccezionale e una donna bellissima che ha seguito la sua passione e avuto successo nella vita!

Che ne dite ragazze? Non la trovate fantastica? Io, nel frattempo continuo a seguirla su Instagram @federjcapastore, sicuramente troverò un outfit adatto a me…fatelo anche voi.
Un bacio
Bettylovefashion

I’M YOUR PERSONAL SHOPPER AND IMAGE CONSULTANT

Buongiorno a tutti!
Oggi parleremo un po’ di me e di cosa mi occupo come secondo lavoro sperando diventi,nel giro di pochissimo tempo, primario a tutti gli effetti.

Chi mi segue anche sui social, come Instagram, Facebook e YouTube ultimamente mi ha sentito parlare di personal shopper e consulenza d’immagine.

In realtà, anche se non sono stata esplicita, nei miei articoli sul blog e nei contenuti che pubblicavo e pubblico sui social, ho dato sempre un’impronta di quello che svolgo, parliamo del personal shopper e consulente d’immagine.

COSA FAI DI PRECISO?
Cos’è il personal shopper? E il consulente d’immagine?

Avete ragione a porvi queste domande, perché sono due figure professionali che ancora oggi non si conoscono (almeno qui in Italia) e per chi ne parla fa ancora tantissima confusione.

Prima di tutto volevo sottolineare che il personal shopper il consulente d’immagine sono due figure professionali diverse tra loro,ma possono coesistere, come nel mio caso professionale e personale.

Quando dico cosa faccio spesso e volentieri vengo guardata come se fossi un extra terrestre o peggio ancora,sentire che quello che faccio sia tutto improvvisato come se fosse un hobby o un gioco.

Magari fosse tutto così semplice. È stata una lunga e costante ricerca,scavare dentro il mio profondo e capire quello che volevo essere.

Sicuramente il mio grande amore e la passione per la moda mi ha aiutato, ma non è bastato, ho dovuto studiare, e non poco, e ancora oggi continuo ad aggiornarmi.

È un lavoro stupendo che apre le porte a tante opportunità ma bisogna farlo con tanta passione e spirito di sacrificio.

Improvvisare non ti aiuta in questa professione anzi…Ti sotterra perdi di credibilità.

Personal shopper e consulente d’immagine come vi ho detto prima sono due figure completamente diverse; la prima è un consulente agli acquisti qualificato e competente per la scelta dei prodotti, beni di consumo e servizi, aiuta e consiglia il cliente in modo imparziale, nell’acquisto di beni di qualsiasi tipo.

Il secondo invece, svolge una consulenza per creare un’immagine al cliente a 360° , non solo sull’abbigliamento ma anche sul modo di comportarsi,di parlare, di gesticolare ecc.,in qualsiasi occasione della sua vita, sia privata che professionale.

Quante volte avete fatto acquisti di cui poi ve ne siete pentiti? Oppure, quante volte aprendo l’armadio vi trovate difronte ad abiti che non avete mai indossato perché bellissimi al momento dell’acquisto,ma poco pratici da indossare o che non vi piacciono più?

E quante volte invece avete preso in considerazione un cambio look, un restyling completo della vostra persona, perché volevate fare colpo su qualcuno o avevate cambiato lavoro, o ottenuto una promozione? O semplicemente cambiare la vostra immagine?

MA L’ABITO NON FA IL MONACO…
A dire il vero non è così, specialmente al giorno d’oggi e nella società in cui viviamo.

O meglio, è vero che l’abito non fa il monaco,ma l’immagine che diamo è il nostro biglietto da visita.

L’impressione che diamo a una persona si forma nei primissimi istanti ed è determinante nel giudizio finale.

Per annullare un giudizio negativo, necessitano dieci impressioni positive successive.

Sicuramente se ci sentiamo a nostro agio in ciò che indossiamo, se il nostro trucco o acconciatura ci fa sentire belle, il nostro atteggiamento nei confronti delle altre persone sarà sicuramente positivo.

E faremo un’ottima impressione. Logicamente non serve solo questo…
il mio lavoro è quello di creare un’immagine su misura e completa alle persone facendo riferimento al loro stile di vita, lavoro, carattere e fisicità. E sicuramente non è un gioco.

Un bacio
BettyLoveFashion

Continua a seguirmi ci saranno tanti articoli che riguarderanno questo argomento e troverai tantissimi consigli.
Per una mia consulenza scrivi a
dacci.elisabetta7@gmail.com

VOGLIO TUTTO

Spesso mi capita di soffermarmi a leggere su Instagram, i commenti rivolti a persone di successo, quelle che chiamiamo VIP.

Persone che ci mostrano e mettono a nudo la loro vita i loro traguardi;e davvero non capisco questa cattiveria, l’invidia nei loro confronti.

Adoro la loro vita i loro viaggi tutto quello che fanno.Forse perché anch’io ho questo desiderio irrefrenabile del “Voglio tutto “ e che male c’è?“Me ne intendo del volere di più, è il mio principio ispiratore” diceva Richard Gere in Pretty Woman; questa frase mi è sempre rimasta impressa mi ha accompagnato sempre da quando l’ho sentita,magari non ne ho fatto sempre tesoro,vuoi per immaturità, per distrazione e per tanti altri motivi, ma nel mio cuore ho sempre sentito quella sensazione che avrei ottenuto tanto anzi tutto!Che male c’è a volere tanti soldi da poter spendere a proprio piacimento? Volere una casa stupenda arredata con mobili raffinati? Vagoni di abiti, scarpe e accessori; fare viaggi scoprire e conoscere posti meravigliosi ed essere sempre in vacanza?
Non credo che esistano persone che disprezzino queste cose, tutti vogliono tutto, magari non riescono ad ottenerle e quindi criticano gli altri.Io non riesco ad essere ipocrita, amo le vittorie degli altri perché mi danno idee e spunti per quello che cerco e voglio.Ragazze la vita è una sola, e se non si fa nulla per renderla speciale che senso ha?

E tu cosa vuoi? Pensaci

Un bacio

BettyLoveFashion

PROCRASTINARE? NO GRAZIE, DA ORA CAMBIO LA MIA VITA IN MEGLIO

Sai il significato del verbo procrastinare?
Semplicemente significa rimandare. È un’abitudine che tanti di noi prendono su tanti settori della vita, che con l’andare del tempo può diventare deteriorante, insomma non si può più tornare indietro.
Quando non hai voglia di fare una cosa e dici “Domani si vedrà è un altro giorno “ Ricorda questa cosa… “Domani non è un altro giorno in realtà è un giorno in meno della tua vita!”
Cosa ne dici ora? Ci stai pensando un po’ di più? Anch’io era una persona che continuava a rimandare rimandavo su tutto. Poi una mattina ho detto basta non ne potevo più soprattutto perché ero insoddisfatta e triste. Ritengo di essere una persona di grande potenzialità, e voglio una vita ricca di emozioni e di esperienze. Una vita con più tempo per me stessa e per i miei hobby.Procrastinando non potevo sicuramente arrivare a questi risultati e a tanti altri a cui potrei puntare in futuro. Quindi ho trovato la soluzione a questo problema. E credimi tornerà utile anche a te. Ho imparato tutto leggendo ho imparato da persone di successo capendo le loro abitudini e tutto quello che evitavano. Ottengono quello che vogliono e il meglio di tutto.
Ma soprattutto hanno delle cose in comune:
Sono organizzate,
Leggono molto,
Si alzano presto,
Fanno attività fisica,
Curano il loro aspetto,
Mangiando in modo sano.
Bene cominciamo anche noi ad essere delle persone diverse delle persone migliori, togliendoci questa brutta abitudine.
Sicuramente ora starai pensando che è impossibile, che non riuscirai mai in questa impresa, credimi non è così, è possibilissimo.
Basta non pretendere subito grandi cose, l’importante è partire e fare dei piccoli passi alla volta e continuare.
Dai facciamolo insieme! Sicuramente sarà molto meno stressante e più divertente. Cominciamo con la cura del nostro corpo.
1 Prendiamo un agenda o un calendario per scriverci sopra.
2 Come primo approccio a questa novità, per non farla diventare troppo stressante, decidiamo di prendere due giorni della settimana per la cura del nostro corpo.
3 Per evitare di dimenticare questi appuntamenti o di rimandarli nuovamente mettilo in nota sul tuo smartphone.
4 Comincia con dei trattamenti veloci, tipo una maschera ai capelli, un peeling al corpo o al viso.
5 Ottimizza i tempi, o meglio fai due cose nello stesso tempo, una bella maschera al viso mentre ti fai un bagno rilassante.

Vedi non è poi così difficile e non dire che è impossibile; Questa parola la devi cancellare dal tuo vocabolario l’ultimo consiglio che ti do è questo prendi un post It e mettilo dove lo puoi leggere tutte le mattine prima di cominciare le tue giornate (io ad esempio l’ho messo attaccato lo specchio in bagno ) e scrivici queste parole da leggere quotidianamente: “Portare sempre alla perfezione quello che si sta facendo per il passo successivo l’ evoluzione.

Un bacio
Bettylovefashion

P.s. Giovedì troverai sul mio canale YouTube un video dove ti parlerò della mia giornata ….cosa faccio quotidianamente per una vita più sana, più produttiva insomma una vita migliore

I love New York city

Dopo tanto tempo mi sono concessa un aperitivo con delle amiche, seduta in un bar in centro a Milano;

Cornice la sofisticata galleria, in sottofondo il cicaleccio della gente e come vista l’imponenza del Duomo.

Parlare del tutto e del niente, dei nostri progetti e in un attimo mi sono trovata in un sogno, in una scena di “Sex and the city” catapultata a New York, desiderio di una vita.

Ma perché New York? Perché è al primo posto nella mia scala dei desideri; 

Una miriade di luci e di taxi, strade enormi dove tutti di muovono velocemente, dove la libertà ha un simbolo, dove l’energia ti travolge…

E’ questo che mi aspetto da New York e avere la consapevolezza che prima o poi ci andrò, che camminerò nelle sue strade come Carrie, mi fa star bene e mi da la voglia di dare il massimo, mi fa sentire quella vocina dentro di me che dice “Brava”, ma è la voce delle mie amiche che mi amano e mi incoraggiano e proprio in quel momento scoprire che finché non ci andrò veramente, la mia New York è proprio lì con me!